PROSSIMO EVENTO - Scoppito 8 novembre 2018 - Manoppello 13 novembre 2018

Statuto ARDEL ITALIA CENTRALE

  A.R.D.E.L. (Associazione dei Ragionieri degli Enti Locali)

SEZIONE ITALIA CENTRALE

Art. 1 - E’ costituita la Sezione Italia Centrale dell’Associazione Ragionieri degli Enti Locali. La sua denominazione è A.R.D.E.L. – SEZIONE ITALIA CENTRALE.

Art. 2 - La Sezione ha sede in Avezzano (AQ), in via Oslavia n. 5.

Art. 3 - La Sezione ha le medesime finalità dell’A.R.D.E.L. nazionale, oltre a finalità di promozione dell’integrazione civile e sociale da perseguire attraverso attività di pubblica utilità inerenti anche il mondo del volontariato e della protezione civile.

Art. 4 - La Sezione è apolitica, apartitica.

Art. 5 - La Sezione non ha personalità giuridica, non persegue fini di lucro né svolge attività commerciali o di impresa e pertanto non è soggetta all’imposta sulle persone giuridiche, a termine del combinato disposto dagli artt. 2 e 20 del D.P.R. 29.9.73, n. 598.

Art. 6 - Possono iscriversi alla Sezione gli operatori degli Enti Locali preposti all’espletamento di attività economico-finanziarie ed amministrative, che ne facciano domanda attraverso l’impegno a versare la quota associativa annuale. Possono altresì iscriversi alla Sezione gli Enti Locali ricadenti nel territorio di riferimento della Sezione.

Art. 7 - I soci si distinguono in:
·
        soci ordinari;
·
        soci onorari.

Art. 8 - I soci ordinari sono tenuti al pagamento della quota associativa annuale per provvedere alle numerose esigenze funzionali dell’associazione.
La quota è stabilita in € 25,00 per le persone fisiche e può essere aggiornata dal Comitato Esecutivo ogni tre anni.
La quota per gli enti locali è stabilita dal Comitato Esecutivo anno per anno.
Gli importi dovranno essere versati in un’unica soluzione entro il 31 marzo di ciascun anno.

Art. 9 - La qualità di socio si perde per decesso, dimissioni o morosità.

Art. 10 - Il socio posto in quiescenza dalla propria Amministrazione può rimanere nella Sezione in qualità di socio onorario effettuando il versamento della quota  ridotta del 50%.

Art. 11 - Le funzioni di coordinamento scientifico e di indirizzo delle attività sociali sono svolte dal Consiglio Direttivo, composto oltre il Presidente da un massimo di dodici membri, di cui nove eletti per comparti regionali.
Il Consiglio Direttivo cura anche l’elaborazione e la pubblicazione di articoli scientifici sul sito internet dell’associazione.
Il Consiglio Direttivo dura in carica cinque anni ed i membri sono rieleggibili.
Al fine di assicurare continuità operativa con l’Associazione Nazionale, i membri eletti dal Consiglio Nazionale entrano a far parte di diritto nel Consiglio Direttivo della Sezione assumendone la Presidenza.
Nel caso in cui i componenti eletti nel Direttivo Nazionale fossero presenti in numero di due viene nominato Presidente quello più anziano per iscrizione all’A.R.D.E.L.
Qualora non fossero presenti componenti del Direttivo Nazionale, il Consiglio Direttivo nuovo eletto, nella sua prima adunanza, nomina nel suo seno il Presidente della Sezione ed il Vice Presidente.
Il Consiglio Direttivo nomina, ancora, su proposta del Presidente, il Segretario della Sezione e ove questi non sia componente del Consiglio Direttivo ne entra a far parte di diritto. Il Segretario partecipa, curandone la verbalizzazione, alle riunioni del Consiglio Direttivo, del Comitato Esecutivo e dell’Assemblea, sottoscrive a nome dell’Associazione le comunicazioni, mantiene ed aggiorna il registro soci, firma il bilancio insieme al Revisore dei conti, cura i contatti con l’Associazione nazionale e con altre organizzazioni pubbliche e private, compie tutte le altre attività amministrative e gli adempimenti utili alla vita associativa.
Per lo svolgimento dell’incarico al Segretario può essere attribuito un compenso.

Art. 12  - La gestione ordinaria e straordinaria della Sezione, senza limitazione alcuna, è curata dal Comitato Esecutivo, costituito dal Presidente della Sezione e da altri due membri cooptati dal Presidente stesso. I due membri cooptati, se esterni al Consiglio Direttivo, ne entrano a far parte di diritto; ad essi può essere attribuito un compenso determinato, anno per anno, dall’Assemblea.
Il Presidente ha diritto al rimborso delle spese concernenti l’esercizio della funzione.  
Il Comitato predispone il calendario annuale dei corsi e degli altri momenti formativi, ed elabora documenti ed atti da sottoporre all’approvazione del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea dei soci.
Il Comitato può nominare un Direttore, cui affidare, su delega del Presidente, le funzioni di tesoriere della Sezione, oltre all’organizzazione di seminari, convegni ed altri eventi, compresa la gestione economico finanziaria degli stessi. Per tali funzioni il Comitato Esecutivo può prevedere l’attribuzione a favore del Direttore di un compenso annuale.
Il Comitato Esecutivo ed il Direttore durano in carica cinque anni e sono rinnovati tacitamente.

Art. 13 - Per particolare benemerenze nei confronti delle finalità istituzionali della Sezione, il Consiglio Direttivo può nominare consiglieri onorari fra i non soci o tra i soci onorari.
I consiglieri onorari partecipano alle sedute del Consiglio Direttivo con voto consultivo.
Analogamente il Consiglio Direttivo può nominare soci onorari scelti tra personalità del mondo della cultura, della politica, del sindacato e tra gli alti funzionari dello Stato e degli Enti Pubblici.
I soci onorari non partecipano alle elezioni del Consiglio Direttivo. Hanno facoltà di versare la quota sociale nella misura voluta.
I consiglieri onorari, come sopra nominati, possono essere confermati dai successivi Consigli Direttivi.
Il Presidente cessato dalla carica assume di diritto la qualità di consigliere onorario per il quinquennio successivo.

Art. 14 - Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente autonomamente o su richiesta di un terzo dei consiglieri in carica e delibera a maggioranza dei presenti; in caso di parità prevale il voto del Presidente.
Il Consiglio Direttivo è presieduto dal Presidente, in sua assenza dal Vice Presidente, in assenza di entrambi dal più anziano in età dei presenti.
Delle riunioni del Consiglio viene redatto apposito verbale sottoscritto dal Presidente e dal Segretario.
Il Consigliere che si assenta per più di tre volte consecutive senza giustificato motivo, cessa automaticamente dalla carica e viene sostituito con il primo dei non eletti in riferimento ai risultati delle sue ultime elezioni.

Art. 15 - Il Presidente rappresenta la Sezione e assume tutti i provvedimenti conseguenti alla carica con particolare riferimento a quelli organizzativi e finanziari. Cura la gestione ordinaria e straordinaria delle spese, salvo periodiche ratifiche da parte del Comitato Esecutivo, l’esecuzione delle delibere dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo, ha le funzioni e la rappresentanza della Sezione dinanzi a terzi ed in giudizio.

Art. 16 - L’Assemblea è convocata dal Presidente della Sezione almeno una volta all’anno e comunque in occasione del convegno studi denominato Forum Interregionale A.R.D.E.L.

Art. 17 - Hanno diritto di intervenire in assemblea tutti i soci in regola con i pagamenti.

Art. 18 - L’Assemblea è presieduta dal Presidente della Sezione, in mancanza dal Vice Presidente ed in assenza di entrambi l’assemblea nomina il proprio Presidente.
Delle riunioni assembleari si redige processo verbale firmato dal Presidente e dal Segretario.

Art. 19 - L’Assemblea elegge con cadenza quinquennale il Consiglio Direttivo, approva le relazioni organizzative annuali del Presidente e il conto di cassa dell’ultimo anno, nelle risultanze riepilogative, delibera le variazioni allo statuto sociale.
Le delibere dell’Assemblea sono prese a maggioranza dei presenti.

Art. 20 - La verifica contabile della gestione amministrativa della Sezione è svolta dal Revisore dei conti, nominato dall’Assemblea che ne determina il compenso annuo.
Il Revisore è scelto tra gli iscritti al Registro dei Revisori Contabili, che sia possibilmente anche responsabile dell’ufficio finanziario di un ente locale.
Il Revisore dei conti dura in carica tre anni e può essere confermato una sola volta.
Il Revisore dei conti esprime parere sul conto di cassa annuale sottoposto all’approvazione dell’Assemblea e vigila sulla regolarità contabile, finanziaria ed economica della gestione.

Art. 21 - L’Assemblea dei Soci, con deliberazione approvata con voti favorevoli dei 2/3 degli iscritti, può chiedere lo scioglimento della Sezione.

Art. 22 - In caso di vacanza del Consiglio Direttivo, le funzioni dell’organo sono svolte dal Comitato Esecutivo.


 

ALLEGATO

REGOLAMENTO ELEZIONI

Art. 1) Hanno diritto al voto i soci ordinari iscritti ed in regola con le quote sociali a data anteriore allo svolgimento delle assemblee.

Art. 2) Tutti i soci che si trovano nelle condizioni di cui al precedente articolo sono eleggibili.

Art. 3) Il socio elettore può esprimere 9 preferenze, da suddividere per comparti regionali del territorio della sezione.

Art. 4) La votazione avviene con voto segreto in tempi indicati dal Comitato Esecutivo della Sezione, il quale all’uopo nomina tre scrutatori.

Il Consigliere Segretario presiede le operazioni di voto e scrutinio.

Si vota apponendo sulla scheda i nominativi prescelti.

Risultano eletti per ciascun comparto regionale i soci che abbiano riportato il maggior numero di voti.

A parità di voti risulta eletto il più anziano per iscrizione all’A.R.D.E.L. e a parità anche di iscrizione il più anziano di età.

Art. 5) Per tutto quanto non previsto nel presente Statuto si fa rinvio a quello dell’Associazione Nazionale.

Art. 6) La proclamazione degli eletti viene fatta dal Presidente uscente della Sezione a chiusura dell’Assemblea.

Copia del verbale dell’assemblea deve essere trasmesso dal Presidente dell’Associazione Nazionale.

Art. 7) Qualora nel corso del quinquennio dovessero decadere dalla carica uno o più consiglieri subentra il primo dei non eletti nella rappresentanza regionale.

Qualora fosse esaurita la graduatoria della rappresentanza regionale la nomina spetta al Consiglio Direttivo.

Button